ArmA3 | Missione PvE | Op. Mission Unknown

ATTENZIONE

Il giorno della missione NON AGGIORNARE ARMA 3!

Autore
  • Carioca
Nome SCENARIO
  • Altis
Tipologia Missione
  • PvE
DLC Obbligatori
  • Nessuno
MOD Obbligatorie
  • TFR
  • CBA
  • ACE3
  • ADV RCP
  • Enanched movement
Missione BRIEFING

IL CONTESTO NEW YORK

E’ se la terza guerra mondiale si combattesse ventimila leghe sotto i mari? L’allarme arriva dagli abissi dell’Atlantico Settentrionale. Dove negli ultimi mesi l’attività sottomarina russa ha raggiunto livelli allarmanti. Facendo crescere il timore che a interessare strategicamente Mosca siano soprattutto i cavi posati sui fondali che collegano l’America al resto del mondo. Trecento linee almeno: un milione di chilometri di fibra ottica. Che garantiscono i collegamenti essenziali al funzionamento di Internet e su cui viaggiano, secondo dati di Business Insider, 10 mila miliardi di transazioni finanziarie al giorno. “L’attività sottomarina dei russi è tornata a livelli da guerra fredda” conferma il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg, che in un’intervista pubblicata domenica sul Frankfurter Allgemeine Sonntagszeitung e in America da Politico parla di movimenti russi anche vicino alle coste europee e americane. […] Un timore condiviso con la Bbc anche dal capo della Difesa britannico, quel generale Stuart Peach che nel 2018 sostituirà il ceco Petr Pavel alla guida del Comitato militare della Nato: “La vulnerabilità dei cavi marini può mettere a rischio il nostro modo di vivere” […] I movimenti sottomarini russi, ha poi aggiunto il generale, sono stati registrati anche al largo del Regno Unito, in quella strozzatura nordatlantica chiamata Giuk Gap (dall’acronimo di Groenlandia, Islanda e Regno Unito) che dà accesso all’Atlantico: strategicamente importante fin dai tempi della guerra fredda. All’epoca, infatti, quell’area era costantemente monitorata da aerei Nato, proprio allo scopo di intercettare potenziali intrusioni russe. Un’attività abbandonata nel 2006 e che solo di recente si è deciso di ripristinare a partire dall’anno prossimo: perché il passaggio è considerato importantissimo dagli americani nel caso dovesse scoppiare una crisi in Europa. L’ipotesi, purtroppo, che non è da scartare. Le tensioni ai confini dell’Europa sono in costante aumento fin da quando la Russia ha deciso di annettersi la Crimea nel marzo 2014: atto a cui la Nato ha risposto schierando truppe negli stati baltici. È da allora che sono incominciati una serie di preoccupanti “giochi di guerra”: esercitazioni militari (ultime in ordine cronologico la ZAPAD 2017 dell’ asse sovietico opposta alla RAMSTEIN DUST II dell’ asse NATO ) allo scopo di dare avvertimenti reciproci. E quelle stesse tensioni sono ora riacuite dalla decisione appena presa da Donald Trump di fornire armi all’Ucraina per proteggersi dall’offensiva russa. […] Sulla sua flotta Mosca ha investito tantissimo fin dal 2011 costruendo sottomarini sempre più veloci, silenziosi e letali: come quei Krasnodar che si dice possano evitare i radar più sofisticati – li chiamano i “sottomarini invisibili” […]La domanda che riassume, quindi, tutti gli avvenimenti di questo periodo è : Siamo davvero in vista di una guerra? LA CAUSA Dopo aver raggiunto quasi i 20mila dollari lo scorso 17 dicembre, il valore dei bitcoin – la più conosciuta criptovaluta al mondo – è crollato ieri a poco più di 14mila dollari. È l’ultima, imprevista fluttuazione nel valore della valuta digitale […] Il calo del valore dei bitcoin era iniziato in realtà domenica, ma ha subito un’accelerazione tra giovedì e venerdì. Le spiegazioni, come per molte cose che riguardano i mercati finanziari, sono diverse e concorrenti: in generale, va tenuto conto del fatto che il mercato dei bitcoin è volatile e imprevedibile per natura, più di molti altri, perché il valore della moneta digitale è dettato unicamente dalla domanda e dall’offerta: e cioè da quanto sono disposte le persone a pagarlo. […] Ma ci sono stati anche altri motivi: Coinbase, il principale sito per acquistare, vendere e conservare bitcoin, è stato sommerso dalle operazioni degli ultimi giorni, e tra giovedì e venerdì è stato sospeso due volte per problemi tecnici legati all assenza di collegamento per della fibra ottica transoceanica interrotta. CME e CBOE, due delle principali società che si occupano dello scambio dei titoli futures basati sui bitcoin hanno a loro volta sospeso temporaneamente le attività. Giovedì, poi, Coinbase ha anche lanciato prima del previsto le operazioni con i Bitcoin Cash, annunciando di avere aperto un’indagine per insider trading. È probabile che questi problemi e incidenti abbiano spaventato e scoraggiato gli investitori, condizionando l’andamento del valore della valuta. L’ EFFETTO Articolo di giornale (Limnos wail) “A seguito del procedimento giuridico previsto dall’ Impeachment, durante gli interrogatori volti a fornire ulteriori informazioni circa la distrazione di denaro pubblico, l’Amministratore locale della Regione settentrionale ellenica di istanza sull’ isola di Limnos, Athanasios Giakalis, ha fornito interessanti elementi che hanno aiutato il GIP a delineare il metodo attraverso il quale venivano reinvestiti e riciclati i fondi succitati. Oltre 10k di dollari ( stima al momento approssimativa in attesa di ulteriori determinazioni) venivano riciclati in criptovalute; le somme di “danaro” dematerializzati della propria identità venivano conservate presso banche fittizie per poi essere reinvestite in titoli tradizionali. Un metodo dunque ben ideato ma, come ben sanno gli esperti del settore, non privo di rischi. Ultima dimostrazione è stata data lo scorso 17 Dicembre quando il BITCOIN ha subito in poche ore un crollo verticale facendo registrare perdite di oltre il 40% sul proprio valore ai propri investitori. Tra questi anche il l’A.G. il quale sotto mentite spoglie, avvalendosi di dubbie figure di comodo, si accingeva già a pregustare i frutti della sua semina illecita. All’ infausta notizia, il fragile castello di carte costruito con i risparmi del popolo di Limnos è andato distrutto…ora ciò che resta è la conta dei danni inflitti ad un isola che sulla propria pelle ha già vissuto i dissesti della guerra. Interessanti finora i nomi comparsi nel corso delle indagini i quali per la loro appartenenza a contesti extraeuropei potrebbero minare il già labile contesto di pace assicurato dal patto con le forze NATO un tempo presenti sul territorio ed ora divenute mere osservatrici esterne delle lotte intestine tra i partiti nostrani. ” L’ ESCALATION 3 mesi dopo… La situazione è precipitata. Complici anche il pacchetto di austerità introdotto per lenire i danni dell’ economia greca ormai al collasso. La popolazione non ha sostenuto moralmente l’ impatto delle azioni intraprese dalle Amministrazioni locali ed ha manifestato il proprio dissenso attraverso azioni di guerriglia… L’esercito alle dipendenze dell’ amministrazione inquisita, ha dichiarato la propria indipendenza e gestisce le molteplici rappresaglie anche compiendo azioni di dubbia etica morale. Essendo la Grecia membro del Patto Atlantico si è resa necessaria la mutua assistenza della NATO per ristabilire l’ordine e rendere la situazione gestibile sia a livello politico che militare. 6 mesi dopo l inizio delle operazioni Mentre sul fronte orientale dell’ isola le attività di peace keeping procedono via terra, sul fronte occidentale ed in particolare a nord ovest le operazioni aeree lamentano particolari disagi dovuti alla presenza di sensori che tracciano le attività aeree e passano, presumibilmente, le loro informazioni alle batterie missilistiche. Ciò rallenta l esecuzione dei nostri propositi e pone l’ Istituzione che rappresentiamo in una posizione scomoda. Il delicato compito che si chiede alla nostra divisione oggi è di condurre le attività di intelligence e di riportare la posizione sul territorio dei punti di interesse scoperti. Di fondamentale importanza ai fini della corretta esecuzione del vostro task indicare la posizione del/dei radar ed eventuali contraeree fisse o mobili nonché avamposti o altre informazioni riteniate degne di nota, seguiranno istruzioni su campo delle ulteriori azioni da intraprendere.

BRIEFING A seguito di una ricognizione aerea, un velivolo mod. F/A-18F Super Hornet é stato abbattuto in territorio ostile. Non sono giunte notizie tramite i sensori in dotazione all’ aereo circa le sorti del pilota. L’ oggetto di ricognizione quindi sarà la scatola nera la quale ha un vehicle/tracker che può switchare manualmente sul pilot/tracker.
Il suddetto ha una portata utile di pochi km. A vostra disposizione ci sono i droni per effettuare ricognizioni aeree ad alta quota, elicotteri da inserzione e VTol per supporto logistico.

Buon lavoro.

Logistica missione
  • Equipaggiamento preimpostato
  • Orario IN GAME inizio missione: 4:30
  • Balistica avanzata
  • Medico Avanzato + DAE
  • Respawn Abilitato
  • Tempo Respawn : 30 sec
  • Revive Ace3 abilitato.
  • Kit Chirurgico NON a consumo, applicabile ovunque sul campo, occorre stabilizzazione.
  • Kit Medico applicabile solo da medico, utilizzabile ovunque.
  • Necessario Toolkit per Riparazioni
  • Necessario ruolo GENIERE per Riparazioni
  • Toolkit NON a consumo
  • Riparazioni possibili solo in prossimità di veicoli e strutture riparazioni
Settaggi Missione
  • Forzata Prima persona su personaggio e veicoli.
  • Essenziale ruolo PILOTI ed OPERATORI UAV
Missione obiettivi

Clicca sul Pulsante

  • Task :
    • Attivare attraverso l’interazione ACE il pilot/traker per ritrovare il pilota superstite.

  • Ricerca vehicle/traker e pilot/traker

SECONDARIO

  • Search and destroy Radar/ Contraeree

Informazioni EXTRA
info server
  • Nome server di gioco: SIG simitaliagames.com SIG
  • IP server di gioco: simitaliagames.com
  • Password server di gioco: comunicata in Ts3
  • TeamSpeak IP: simitaliagames.com

Ti ringraziamo per aver preso visione della Missione, se vuoi partecipare basta eseguire la prenotazione compilando il modulo sottostante.

Ti invitiamo a tener conto che:

  • Prenotazioni APERTE
  • Dopo la prenotazione riceverai un e-mail di conferma e il Tuo nome sarà aggiunto alla lista dei partecipanti.
  • Con la prenotazione avrai un slot riservato.
  • La prenotazione può esser annullata cliccando alla voce Le Tue Prenotazioni.
  • Le prenotazioni chiudono alle 20.30 in coincidenza del giorno dell’evento.

Posti Prenotati : 12 || Posti Disponibili : 8

Giocatori Prenotati:

  • Carioca
  • Giaguaro Giaguaro
  • Matteo AJS
  • Mattia Carugno
  • Lorenzo Pasqual
  • kino-II Mi-8
  • Alb
  • =HH= Gigim
  • Angelo AV-8B
  • 999danny A10c
  • Fabio F/A-18C raiden5
  • Romano F/A-18C

Le prenotazioni sono chiuse per questo evento.

Evento info:
Tutorial e altro
Comunicazioni DCS
Archivio Comunicazioni
Serate Programmate
Calendario
<< Feb 2019 >>
lmmgvsd
28 29 30 31 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 1 2 3